E' ancora notte
non si vede albore
in fondo alla valle
si ode un rumore
passi pesanti e cadenzati
un assoluto silenzio
non un gemito non un lamento.

 D'improvviso tutto tace
e dal grande silenzio della notte
si ode una voce
tante voci
nasce un coro e
fra le gole racchiuse
dalle montagne
sale una dolce melodia
che nessuno può immaginare
voci cosi intonate
voci tanto care
sembrano voci di bambini
sole le voci degli
ALPINI
che sotto il pesante fardello
la montagna vogliono scalare.

Fatti coraggio fratello
il nido dell'aquila e vicino
ma
piu in alto vogliamo andare
fra la densa nebbia
la nostra penna dobbiamo portare
lassu in cima al mondo
sopra di noi solo il cielo rimane
che allungando la mano sembra toccare

Una preghiera
una lacrima, un sorriso
nell'assoluto silenzio
di quel paradiso.

Ci sentiamo sicuri.
Ci sentiamo forti.
Ci sentiamo vicini a Dio

 Alp. Rossi Pietro